Comunicato Stampa di lunedì 20 marzo 2017
 

Scordamaglia: “Nuovo riconoscimento per il nostro modello alimentare e antidoto contro azioni che rischiano di screditarlo”

 

Federalimentare su Global Health Index

“È la riprova di quanto sosteniamo ormai da tempo” dice Luigi Scordamaglia, commentando l’ottima performance dell’Italia nella classifica del Global Health Index pubblicata questa mattina da Bloomberg. Longevità e qualità della vita consacrano gli Italiani al primo posto su 163 Paesi e il merito è anche di una dieta equilibrata che comprende tutti i nostri principali alimenti in giuste quantità "E che rappresenta uno dei nostri più grandi patrimoni" aggiunge Scordamaglia.

Poi il presidente, riferendosi al dibattito che si sta consumando a Bruxelles circa la possibilità di introdurre su base volontaria anche in Italia il sistema a semaforo, afferma: “Non potevamo immaginare risposta migliore per chi attraverso questo sistema di etichettatura, insufficiente e fuorviante, vorrebbe stravolgere il nostro modello alimentare appiattendo e massificando i nostri prodotti”. E conclude “ Un nuovo riconoscimento per la dieta mediterranea che vale come risposta anche per quei media che invece di raccontare con obiettività e professionalità il food and beverage italiano lo penalizzano con toni scandalistici a discapito di un vero approfondimento”.