Comunicato Stampa di venerdì 10 giugno 2016
 

SCORDAMAGLIA da Assemblea GIOVANI di CONFINDUSTRIA: i messaggi tracciano strada di modernizzazione. Ora non bloccare riforme avviate

 

Santa Margherita Ligure - 9 giugno 2016

“L''analisi di Marco Gay, Presidente dei Giovani di Confindustria, sulle riforme fatte e su quelle in itinere è pienamente condivisibile, la modernizzazione del Paese non può essere rallentata da conflitti di e tra partiti che hanno zavorrato per anni il nostro Paese”. Lo ha dichiarato Luigi Scordamaglia, Presidente di Federalimentare, a margine del convegno dei Giovani imprenditori di Confindustria che si sta tendendo in queste ore al Grand Hotel Miramare di Santa Margherita Ligure “Giusto completare l''applicazione dell''articolo 18 anche per i dipendenti pubblici, giusto alleggerire drasticamente una macchina amministrativa che pesa in maniera insostenibile sulla competitività del Paese, giusto implementare al più presto riforme che riducono la ridondanza degli organi politici e riportano al centro competenze strategiche per il Paese.”, dice il presidente. “Non possiamo illuderci di agire solo sulla domanda, sulla quale, tra l’altro, per il settore alimentare è comunque estremamente positivo l''impegno assunto del premier Renzi di non toccare le aliquote Iva neutralizzando le clausole di salvaguardia” Per Scordamaglia è necessario “agire soprattutto nel rendere competitiva l''offerta creando condizioni di scenario del Paese che mettano le nostre aziende in grado di dare il meglio e competere con il resto del mondo”. E conclude “Ora la priorità assoluta dovrebbe essere la riduzione drastica del cuneo fiscale sul salario con l''obiettivo prioritario di ridurre il costo del lavoro per unita di prodotto (CLUP) unico vero misuratore della competitività delle nostre aziende e che in Italia è tra i più alti al mondo”.