Comunicato di giovedì 20 febbraio 2020
 

RINNOVO CCNL INDUSTRIA ALIMENTARE – FEDERALIMENTARE: INSPIEGABILE INTERRUZIONE DEL NEGOZIATO DI FAI, FLAI, UILA

 

COMUNICATO STAMPA

“Inspiegabile”. Questo il giudizio del Vice Presidente di Federalimentare Silvio Ferrari sulla interruzione del negoziato da parte dei sindacati.

Dopo sei mesi di percorso negoziale articolato e complesso, con oltre 15 incontri tecnici e almeno sei sessioni plenarie, Fai Flai e Uila si sono assunte oggi la responsabilità di interrompere un negoziato oltremodo difficile e in salita a causa della onerosità della piattaforma rivendicativa, e che era entrato in una fase determinante.

E ciò nonostante il percorso avesse portato il sindacato ad ottenere significative aperture rispetto alle richieste in piattaforma, mentre la parte industriale, solo ieri, riceveva un riscontro, che si è dimostrato parziale e insoddisfacente, rispetto alle proprie istanze.

Anche sul capitolo economico del contratto, che per Federalimentare non può che essere quello del nuovo impianto introdotto dall’Accordo interconfederale del marzo 2018, tra Confindustria e Cgil, Cisl, Uil, l’industria ha dimostrato aperture importanti, in un momento congiunturale difficile per i consumi domestici e con incertezze e criticità incombenti per alcuni comparti merceologici.

Federalimentare – conclude il Vice Presidente - rimane comunque aperta al dialogo e auspica una ripresa dei lavori in tempi brevi, appellandosi al reciproco senso di responsabilità delle Parti.