Comunicato di lunedì 15 ottobre 2018
 

Federalimentare su sanzioni contro la Russia

 

Scordamaglia: "Fa bene Salvini a parlare di assurdità, ora via a misure concrete per un''alleanza stabile tra mercati ed economie Russa ed Italiana"

“Fa bene il vice premier Matteo Salvini a tornare sulla questione delle sanzioni economiche contro la Russia evidenziandone l’assurdità”. Ha detto Luigi Scordamaglia presidente di Federalimentare commentando la posizione esternata questa mattina dal vice presidente del Consiglio e sottolineando l’importanza della visita in Russia del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte la prossima settimana. “Un danno complessivo che colpisce il settore agroalimentare italiano con un danno di oltre un miliardo di euro soprattutto a carico delle Piccole e Medie Imprese” ha proseguito Scordamaglia e ha sottolineato come misure del genere siano più che altro uno stimolo alla nascita di prodotti italian sounding. “Non è un segreto che le migliaia di ristoranti italiani operanti in quel Paese aumentano sempre più la domanda di prodotti italiani - ha affermato il presidente di Federalimentare - e in assenza di quelli veri scelgono di sostituirli con prodotti che sembrano italiani ma che non lo sono”. “Non possiamo che sperare che l’assurdità di cui ha parlato il vice premier Salvini, porti finalmente alla messa in atto di misure concrete che garantiscano un’ alleanza stabile tra due Paesi, l’Italia e la Russia, che hanno economia e mercati fisiologicamente sinergici”