Comunicato Stampa di venerdì 10 novembre 2017
 

Federalimentare alla presentazione della “Seconda Settimana della Cucina italiana nel Mondo”

 

Scordamaglia: “Il nostro compito è raccontare al mondo la Extraordinary Italian Experience”

Roma, 10 novembre. “Il mondo cerca food italiano e sempre più spesso vuole vivere l’esperienza del vero Made in Italy. È per questo che oggi il nostro export vola nel 2017 sopra i 30 miliardi di euro in costante crescita” così Luigi Scordamaglia, presidente di Federalimentare, intervenuto questo pomeriggio alla presentazione della “Seconda Settimana della Cucina italiana nel Mondo”.

“Un risultato frutto della sinergia tra pubblico e privato - ha continuato Scordadamaglia - un obiettivo raggiunto grazie al know how delle nostre industrie capaci di creare valore aggiunto meglio di qualsiasi omologa nel mondo, e anche all’impegno del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, dell’Ice e delle ambasciate italiane in India, Cina e Giappone, che rappresentano un punto di raccordo e di promozione insostituibile”. E il merito secondo il presidente non è solo “delle azioni volte a superare le barriere tariffarie che permettono la libera circolazione delle merci supportando la diffusione dei nostri prodotti nel resto del mondo”, ma anche “delle azioni di comunicazione che creano un irrinunciabile storytelling intorno ai valori che fanno grande il settore alimentare italiano all’estero, contribuendo al tempo stesso a sconfiggere la piaga dell’Italian Sounding”.

Ed è proprio in questa direzione che vuole andare The fifth element, il video presentato oggi a Villa Madama, realizzato da Ice e Mise con la partecipazione di Federalimentare e di molte delle sue aziende. “In meno di tre minuti questa clip sa raccontare attraverso la grandezza della nostra terra e della nostra inimitabile tecnologia industriale, l’unicità e l’eccezionalità italiana” dice Scordamaglia sottolineando l’obiettivo dell’operazione “quello di dimostrare che la Extraordinary Italian Experience è molto più di una copia spesso sbiadita dei colori della bandiera italiana e che la straordinarietà e la storia del Made in Italy sono qualcosa che solo noi abbiamo la fortuna di avere”.

Inoltre per supportare la diffusione e la conoscenza della filiera agroalimentare italiana, da domani il video sarà disponibile presso ogni nostra ambasciata.