Comunicato Stampa di martedì 31 ottobre 2017
 

Federalimentare su Nutri-Score - sistema etichettatura francese

 

Scordamaglia: "Scelta fuorviante che denuncia mancanza di regia europea"

Roma, 31 ottobre - “Una scelta fuorviante per il consumatore e che denuncia una mancata regia europea su un tema fondamentale come l’alimentazione” Commenta così Luigi Scordamaglia l’entrata in vigore oggi in Francia del sistema di etichettatura nutrizionale Nutri-Score. Basato sull’uso di 5 colori diversi, dal verde all’arancio, il sistema valuta i cibi in base al loro contenuto di alimenti considerati da assumere. “Una valutazione parziale e scientificamente non supportata che non riserva il necessario approccio sistemico alla nutrizione: bocciare o promuovere un cibo sulla base della presenza di un singolo ingrediente confonde il cittadino e rischia di essere dannoso per la sua salute. Portando tra l’altro al paradosso di incentivare il consumo di prodotti alimentari artificialmente edulcorati e penalizzare quello di eccellenze italiane fatte con ingredienti naturali".

Federalimentare quindi torna ad esortare la Commissione europea sulla necessità di una politica comune in materia di etichettatura per salvaguardare il consumatore dal proliferare di sistemi di valutazione dei cibi totalmente arbitrari e tutelare le grandi eccellenze italiane sul mercato europeo. Conclude poi Scordamaglia: “Serve un impegno a livello europeo per salvaguardare il consumatore nell’atto di scelta fermando il dilagare di metodi tutti diversi che, invece di indirizzarlo verso un acquisto consapevole, lo confondono e lo traggono in inganno”.