Comunicato Stampa di lunedì 9 gennaio 2017
 

Federalimentare su annullamento misure antidumping su conserve Made in Italy

 

Scordamaglia: " Si elimina precedente e si dà segnale di attenzione all''industria. Sempre inefficaci e controproducenti i miopi protezionismi".

Soddisfazione di Federalimentere sul recente annullamento e sulla riduzione delle misure antidumping australiane sulle conserve di pomodoro Made in Italy. Le misure annunciate dal Governo di Camberra lo scorso febbraio colpivano due fra le più rappresentative aziende italiane che insieme rappresentano il 40% dei pomodori in scatola del mercato australiano.

“Si elimina un pericoloso precedente – afferma Luigi Sordamaglia presidente di Federalimentare - che rischiava di minare fortemente le nostre esportazioni”. “Mai come oggi nel mondo c’ è una grandissima richiesta di food and beverage italiano e l’attenzione che il Governo italiano, e del Ministero dello Sviluppo Economico in particolare, ha mostrato su questa vicenda dà un importante segnale a tutto il settore che si dimostra sempre più cruciale per lo sviluppo economico del nostro Paese”.

E conclude Scordamaglia “ Tutelare il vero Made in Italy significa accreditare i nostri prodotti nel mondo aumentando il nostro bacino commerciale, e soprattutto riuscire ad incentivare una globalizzazione vera che prevalga su miopi protezionismi e standardizzazioni di misure e requisiti verso il basso. In tal modo a vincere non sarà solo il nostro Paese ma il consumatore globale".