Comunicato Stampa di mercoledì 12 ottobre 2016
 

Conclusa la missione dei Giovani Imprenditori di Federalimentare presso le Istituzioni europee a Bruxelles

 

Ribadite le priorità per l’industria agroalimentare italiana e l''importanza di un quadro comunitario di regole uniformi che sappia superare le derive nazionalistiche


Bruxelles, 12 ottobre 2016


Si è conclusa la missione dei Giovani Imprenditori di Federalimentare che ha visto impegnato il Gruppo a Bruxelles nei giorni 11 e 12 ottobre.

Guidati dal Presidente Francesco Divella i Giovani di Federalimentare hanno incontrato gli Eurodeputati italiani impegnati nelle Commissioni che riguardano i dossier dell’agroalimentare, la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE, l’Ambasciata d’Italia in Belgio, numerosi funzionari della Commissione Europea, FoodDrinkEurope e gli uffici di Confindustria Bruxelles.

In particolare, la delegazione dei Giovani, composta da 15 rappresentanti dei vari settori merceologici, ha incontrato lo staff di Gabinetto dei Commissari Andriukaitis (Salute e Sicurezza Alimentare), Hogan (Agricoltura e Sviluppo rurale), Moedas (Ricerca e Innovazione) e la DG Sante. La missione ha vissuto due momenti di particolare rilevanza nella giornata di ieri, durante l’Informal Round Table organizzato con gli Eurodeputati italiani. L’incontro si è tenuto presso il Parlamento Europeo e ad esso hanno partecipato, fra gli altri, gli On. Paolo De Castro, Giovanni La Via e Antonio Tajani.

Anche la serata ha riservato un tributo d’eccezione al Made in Italy e all’imprenditorialità agroalimentare italiana, grazie a un “networking dinner” presso la storica residenza dell’Ambasciatore d’Italia in Belgio, cui hanno partecipato un centinaio di stakeholder italiani ed internazionali.

L’importanza dell’evento è stata sottolineata dal saluto dell’Ambasciatore d’Italia in Belgio Vincenzo Grassi, dalla presenza del Commissario Phil Hogan (Agricoltura e Sviluppo rurale) e da quella del Presidente di Federalimentare Luigi Pio Scordamaglia che nel corso della serata ha auspicato un'' Europa che non rinunci ad essere "protagonista dell''inarrestabile processo di globalizzazione in atto”

Nel tracciare un bilancio della due giorni, il Presidente dei Giovani Francesco Divella afferma: “È stata un''occasione importante per ribadire l''importanza delle Istituzioni Europee per l''industria alimentare e di un Mercato Unico basato su regole comuni e uguali per tutti gli Stati Membri. Abbiamo bisogno di un'' Europa forte che ci aiuti ad affrontare le sfide globali. L''Europa è un mercato fondamentale per l''export dei nostri prodotti alimentari e, come giovani imprenditori, siamo in prima linea per la loro promozione e valorizzazione”.