Comunicato Stampa di mercoledì 2 dicembre 2015
 

Sostenibilità nella filiera agroalimentare: le opportunità offerte dall’economia circolare

 

Comunicato Stampa

I rappresentanti dei Giovani Imprenditori di Federalimentare e i rappresentanti di DNV GL hanno discusso il documento guida per l’economia circolare pubblicato oggi dalla Commissione europea

Di sostenibilità della filiera agroalimentare hanno discusso oggi i rappresentanti del Consiglio Centrale e Nazionale dei Giovani Imprenditori di Federalimentare e dell’ente di certificazione internazionale DNV GL. L’incontro - che si è svolto presso la sede di DNV GL a Vimercate e che ha visto la partecipazione di numerosi imprenditori italiani - è stato occasione per riflettere sul documento guida per l’economia circolare pubblicato oggi dalla Commissione europea e sulle sue potenziali applicazioni all’industria agroalimentare.
L’economia circolare supera il tradizionale modello lineare “usa e getta”, che parte dalla materia e arriva al rifiuto. Prevede che tutte le attività siano organizzate in modo da ridurre al massimo gli sprechi e che il riciclo diventi sistematico, così da consentire al sistema di rigenerarsi. La sostenibilità è obiettivo e pilastro fondante di questo modello.

Francesco Divella, Presidente dei Giovani Imprenditori di Federalimentare, ha commentato “In questi giorni la sfida globale per la sostenibilità è al centro dell’agenda politica mondiale. Come rappresentanti dell’industria agroalimentare abbiamo la responsabilità di ripensare il sistema produttivo in modo da poter ottimizzare l’utilizzo delle materie prime e venire incontro ad una domanda crescente per sfamare più persone, senza pregiudicare qualità e sicurezza. I nuovi modelli di consumo derivanti dall’economia circolare possono aprire nuovi mercati aumentando la produttività e la competitività delle imprese”.

Nicola Privato, Direttore Generale di DNV GL, ha continuato “Probabilmente non c’è settore dove la sostenibilità conti più che nell’agroalimentare, dato che il rispetto degli equilibri del territorio è fondamentale per la continuità operativa. Abbiamo bisogno di precursori, di aziende illuminate che abbiano il coraggio di percorrere nuove strade e di essere d’esempio. Sono molto felice di essere qui, oggi, a parlarne con i Giovani Imprenditori di Federalimentare, una garanzia importante per l’industria di domani”.