AREAS OF EXPERTISE
FOOD EDUCATION
   
    We support a cross-sector approach to health and prevention based on cooperation between authorities and Industry.
    We promote professional training as a decisive factor for economic development and social growth, using the tools provided by Fondimpresa, the Inter-Profession Fund for ongoing training of Confindustria and the Trade Unions.

   
  Maria Agnese Dau 0039 06 5903520 dau@federalimentare.it
AREE OPERATIVE
EDUCAZIONE ALIMENTARE
   
    Sosteniamo un approccio istituzionale alla salute e alla prevenzione basato su strategie intersettoriali trasversali e multi-settoriali con una stretta collaborazione tra Amministrazione e Industria.
    Promuoviamo l’adozione di uno stile di vita corretto sin dalla giovane età, inteso come binomio inscindibile tra alimentazione equilibrata e attività fisica, l’unica strategia efficace per combattere il sovrappeso e l’obesità.

   
  Maria Agnese Dau 06 5903520 dau@federalimentare.it
 

 
Scarica il Protocollo d’Intesa MIUR-FEDERALIMENTARE valido per il triennio 2016-2019

Linee Guida per l'Educazione Alimentare


EXPO 2015 - “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” per la Scuola
“Un’Esposizione [EXPO] è una manifestazione che, qualunque sia il suo tema, ha come scopo principale l’educazione del pubblico: può esporre i mezzi a disposizione dell’uomo per soddisfare i bisogni della civilizzazione, dimostrare il progresso raggiunto in uno o più rami dell’attività umana, o indicare prospettive per il futuro.”


Il riferimento alla primaria funzione educativa dell’EXPO apre il documento con cui il B.I.E. - Bureau International des Expositions, l’Organismo internazionale con sede a Parigi, formato dalle rappresentanze uffciali di oltre 150 Paesi del mondo che, ogni 5 anni, assegna l’EXPO Universale e ne esplicita l’obiettivo. Il che porta direttamente l’attenzione sul ruolo istituzionale della Scuola, quale sede di produzione e diusione di cultura, attraverso l’azione educativa.

 

Le “Linee Guida MIUR 2015 per l’Educazione Alimentare” si incardinano sull’impianto metodologico di quelle emanate nel 2011 e sono presentate in occasione di EXPO Milano 2015 (1 Maggio - 31 Ottobre 2015), memorabile appuntamento di tutto il Sistema Paese Italia con il tema del cibo. L’Italia non ospitava una EXPO Universale a tema dal lontano 1906. [Continua >>>]

Linee Guida per una Sana Alimentazione


Gli alimenti di cui disponiamo sono tantissimi, e molte sono anche le vie per realizzare una dieta salutare nel quadro di uno stile di vita egualmente salutare. Ognuno ha quindi ampia possibilità di scelte. Negli ultimi decenni Istituzioni pubbliche e Organismi scientifici hanno dato vita, nei principali Paesi del mondo, a Linee guida o Direttive alimentari. E nella stessa direzione si sono mosse le principali Agenzie internazionali che si occupano di alimentazione e salute.


In Italia, fin dal 1986 l’INRAN si è fatto carico di tale iniziativa e, con la collaborazione di numerosi rappresentanti della comunità scientifica nazionale, ha predisposto e successivamente diffuso le prime “Linee guida per una sana alimentazione italiana”. Nel 1997 con analoghe modalità è stata predisposta la prima revisione, cui segue la presente revisione 2003.


Il motivo per il quale le Linee guida vengono compilate e diffuse in milioni di copie è proprio quello di fornire al consumatore una serie di semplici informazioni e indicazioni per mangiare meglio e con gusto, nel rispetto delle tradizioni alimentari del nostro Paese, proteggendo contemporaneamente la propria salute. Per far questo sono chiamati a collaborare studiosi appartenenti a varie istituzioni scientifiche e accademiche italiane, in grado di affrontare, con le loro differenti competenze, tutto l’arco delle varie problematiche riguardanti la nutrizione. [Continua >>>]

 

Linee di Indirizzo Nazionale per la Ristorazione Scolastica

 

Le Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica muovono dall’esigenza di facilitare, sin dall’infanzia, l’adozione di abitudini alimentari corrette per la promozione della salute e la prevenzione delle patologie cronico-degenerative (diabete, malattie cardiovascolari, obesità, osteoporosi, ecc.) di cui l'alimentazione scorretta è uno dei principali fattori di rischio. D’altra parte i profondi cambiamenti dello stile di vita delle famiglie e dei singoli hanno determinato, per un numero sempre crescente di individui, la necessità di consumare almeno un pasto fuori casa, utilizzando i servizi della ristorazione collettiva e commerciale.


Come è noto, l’obiettivo di favorire nella popolazione corretti stili di vita è prioritario a livello internazionale. L’accesso e la pratica di una sana e corretta alimentazione è uno dei diritti fondamentali per il raggiungimento del migliore stato di salute ottenibile, in particolare nei primi anni di vita.


Nella “Convenzione dei diritti dell’infanzia”, adottata dall’ONU nel 1989, è sancito infatti il diritto dei bambini ad avere un’alimentazione sana ed adeguata al raggiungimento del massimo della salute ottenibile e nella revisione della “European Social Charter” del 1996 si afferma che “ogni individuo ha il diritto di beneficiare di qualunque misura che possa renderlo in grado di raggiungere il miglior livello di salute ottenibile”. [Continua >>>]

 

 

Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza nel nostro sito. Continuando la navigazione dichiari implicitamente di accettare il loro utilizzo.